28 luglio - 30 ottobre 2020
Un omaggio alla libertà

La nuova collezione di accessori IBeliv, tra artigianalità e leggerezza
News
Edizione 16
07.09.2020
IBELIV is to be LIV. Un doppio gioco di parole per portare i valori e l'impegno di un uomo che crede nella capacità di agire positivamente e di creare la propria realtà. In un’epoca di consumo globalizzato, il fondatore del brand Liva Ramanandraibe, detto anche Liv, ci invita a ripensare il ruolo della responsabilità collettiva nei confronti del mondo. 

Originario del Madagascar, Liv arriva in Francia all'età di 16 anni per studiare finanza: qui scopre l'eredità di un'eleganza raffinata e senza tempo e si rende conto dell'importanza di vivere pienamente per le proprie passioni, traendo ispirazione dalle sue radici più profonde. 

‘Credo che sia possibile offrire prodotti contemporanei nel rispetto dell'Uomo e della Natura". Ecco come nasce Ibeliv: al di là di un brand, una filosofia, uno spirito positivo. La volontà di dare importanza al mestiere. In questo tempo in cui tutto va troppo veloce, Liv sceglie di prendersi il tempo per realizzare oggetti con anima e artigianalità. Ogni pezzo di IBeliv è segnato da un'anima unica. 

Partecipando attivamente allo sviluppo sociale delle sue aree di produzione, Ibeliv ha contribuito anche alla creazione dell'organizzazione benefica MANAMPY dedicata alla formazione professionale, all'istruzione, alla sensibilizzazione verso lo sviluppo sostenibile e la pianificazione familiare delle donne del Madagascar.

Tre aggettivi per descrivere lo stile IBELIV.
Sostenibile, senza tempo, human. Se dovessi descrivere i nostri accessori in una frase, direi: le tecniche di ieri applicate alle esigenze di oggi, per vivere meglio domani.

Quali sono le ispirazioni, i materiali e le tendenze della prossima collezione?
La nostra collezione si ispira principalmente alla natura. In Madagascar abbiamo la fortuna di avere una biodiversità unica: fin dall'inizio abbiamo scelto di utilizzare solo materie prime sostenibili, come fibra di rafia e pelle conciata al vegetale. La prossima collezione è un omaggio alla libertà. Gli ultimi mesi ci hanno insegnato che la libertà è preziosa. Libertà e leggerezza: indossare un accessorio IBELIV è sempre un invito a viaggiare.

Come è nato il marchio?
Per garantire un futuro migliore alle famiglie, rendere orgoglioso il nostro paese e proteggere il nostro artigianato. Volevo anche mostrare quanto siano uniche le capacità delle donne in Madagascar. Alla prima riunione con il team, c'erano solo due artigiani. Quando ho detto loro che avevo un piano per il loro futuro, ho avvertito un po' di paura nei loro occhi e per rassicurarli ho detto: niente è impossibile, per chi crede. Da qui I BELIEVE, che poi abbiamo trasformato in IBELIV per motivi grafici. Oggi il team è composto da quasi 1.000 artigiani. Principalmente donne, la loro energia è unica. 

Cosa crede sia cambiato in termini di stile e cura personale con l'isolamento che abbiamo appena sperimentato (e che in parte stiamo ancora sperimentando)?
È stato un periodo che ci ha permesso di capirci meglio, di prendere coscienza dei valori che erano importanti: essere in buona salute, la famiglia, la solidarietà, l’amore e la condivisione. Lo stile punterà all'essenziale, eliminerà il superfluo. D'ora in poi, lo stile non potrà rinunciare alla praticità.

Qual è l'emozione che ha segnato questi mesi per lei?
La consapevolezza che tutto è effimero e che a volte ci sono fattori imprevedibili.

Un'icona di stile di ieri o di oggi?
Non ho un'icona di stile specifica, la scelta è infinita. In termini di influenza, mia madre ha avuto un ruolo molto importante nella mia vita.

Qual è la cosa che la rende più orgoglioso del suo marchio?
I progressi delle famiglie dei nostri artigiani… Ho l'impressione di averli accompagnati nel loro sviluppo. Voglio condividere il senso di orgoglio che provo con tutto il mio team. È l'idea di aver progettato e realizzato un prodotto, e poi vederlo nei negozi più belli del mondo.